Ralph Loren: lusso in garge

Ci sono sfilate destinate ad entrare di diritto nell’Olimpo della moda, quando quest’ultima riesce ancora a farci sognare. E’ certo il caso di Ralph Lauren, genio di certa eleganza che da sempre ci riporta indietro al glamour hollywoodiano e ad atmosfere patinate dall’allure evergreen. Per l’AI 2017-2018 lo stilista statunitense ci ha regalato giochi pirotecnici, per una collezione ricca di suggestioni inedite ed ispirazioni originali. E se da sempre il binomio donne e motori predomina nelle coscienze maschili, questa volta dà vita ad un défilé unico, che coniuga magistralmente grinta e charme old style: sfilano colori fluo per giacche biker, da indossare rigorosamente sopra prom dress, bustini in latex da portare con la più classica delle maxi gonne in tulle. Largo a vernice declinata in veste inedita, accanto a sete e crinoline, per una sfilata sperimentale ed iconica. Le mannequin percorrono una passerella ideale, creata ad hoc nel garage del designer, accanto al fascino di vetture extra lusso, come Jaguar, Ferrari, Bugatti, Lamborghini: un’ode all’eleganza e al colore, meglio se fluo. Domina la palette cromatica il trittico giallo, rosso e blu, per capi da gran soirée arricchiti sapientemente da note biker, per una diva che non lesina in coraggio. Una performance teatrale che reinventa l’eleganza timeless che da sempre contraddistingue lo stile di Ralph Lauren: chic senza tempo nei lunghi abiti sparkling, sofisticato e rétro il piglio dei lunghi abiti da damigella, sfoggiati da mannequin tra cui spiccano le top contemporanee Kendall Jenner e Bella Hadid. I fasti della vecchia Hollywood incontrano le atmosfere di Montecarlo, per una diva del jet set internazionale. Apre il défilé della collezione A/I 2’17-’18 una carrellata di capispalla in tweed. Largo poi a bustier preziosi che esaltano le femminilità accanto a giacche da motociclista, declinate in chiave maschile e femminile. Il garage di casa Lauren sfoggia orgogliosamente la collezione extra lusso di auto sportive dello stilista: tra i pezzi cult spiccano una Ferrari Testarossa del 1958, un’Alfa Romeo Mille Miglia del 1938, una Bentley del 1929 e una Mercedes del 1940.

Chiara Caputo Sibilla

2017-09-16T08:11:28+00:00

Leave A Comment